Algoritmo Life Terapie Istantanee Archivio

Identificatore: -1001489776201
Nome: @algoritmolife
Tipo: canale
Tipo di canale: publicco
Iscritti: 6379
Categoria: Psicologia

Condividi con gli amici 🇮🇹

Descrizione

Materiale sui libri di Elia Tropeano; terapie istantanee; metodi per comunicare con il nostro cervello, per ritrovare salute e benessere. Testimonianze di chi ha provato.

Admin: @fornasieroluisa

Iscritti

Messaggio fissato

ALGORITMO CLASSICO A 5 FASI

Come comunicare con la propria patologia?
Per comunicare con la patologia si fanno le seguenti domande:
a) Parte responsabile del mal di gola (del tumore alla prostata, del mal di schiena, etc.) sei disposto a comunicare con me a livello cosciente?
Dopo la domanda si deve attendere una risposta non verbale, perché, raramente se ne ottiene una verbale. La risposta non verbale potrebbe essere qualsiasi cosa: una contrazione muscolare, un prurito, un aumento della respirazione, un fischio o un ronzio all'orecchio, un’immagine mentale e etc., insomma un segnale ideo motorio o sensorio non riproducibile con la propria volontà.
Non appena si riceve il segnale, si stabilisce che ogni qual volta questo aumenti: vuol dire SI; viceversa, No. Quindi, si passa alla fase (b).
b) Parte responsabile del tumore alla prostata, mal di gola, etc., sei in grado di eliminare il tumore alla prostata, mal di gola, etc. (tanto per essere più precisi)?
Se aumenta il segnale, vuol dire Si e quindi si procede con la terza domanda, fase (c), altrimenti si torna in dietro.
c) Parte responsabile del... sei capace di eliminarlo in una settimana?
Se si ottiene un No, si chiede se sia capace di risolverlo in 10 giorni; se risponde negativamente, si domanda in 15 giorni, etc. Non appena si riceve la risposta non verbale che, la parte, è in grado di risolvere il problema, ad esempio in 15 giorni, si passa alla quarta richiesta (d).
d) Parte responsabile del... ti assumi la responsabilità di eliminare realmente questo problema in 15 giorni?
Se si ottiene un SI, non si procede più con una interrogazione, ma con un comando:
e) Vai avanti ed eliminalo!
Il presupposto di questo algoritmo è che la parte responsabile sia in grado di eliminare il problema. Non mi è mai capitata una risposta negativa alla domanda b, soprattutto con i tumori. Tuttavia, dipende molto dalla tipologia del problema che trattiamo, infatti, se una persona si è rotto un dito, al posto di perdere tempo con l’algoritmo, fa prima ad andare al Pronto Soccorso. Comunque, mi è capitata una risposta negativa alla domanda d. Una parte non voleva assumersi la responsabilità di eliminare la patologia. Allora o si torna alla domanda c, o si comanda: “Eliminalo ugualmente senza responsabilità!”.
Effettivamente comunicare con sé, non è tanto semplice, tuttavia qualcuno ci riesce. Invece, comunicare con le patologie altrui è più facile e si usa lo stesso schema, cambia solo la prima domanda.
a) Parte responsabile dell’affezione, sei disposta a comunicare con me e Marco?
Nella maggior parte dei casi, dato che le risposte non verbali sono osservabili anche dall’esterno, non sarebbe più necessario attenderle dal soggetto, cioè che faccia da intermediario, in quanto, le risposte, possiamo dedurle da soli (sono scelte che si fanno per padroneggiare il metodo, ma i risultati sono identici).

Elia Tropeano

Più popolari nella categoria: Psicologia